Alla Bce il dopo-Draghi è iniziato senza l’Italia

Via libera allo spagnolo De Guindos come vice, Padoan era per l’irlandese Lane
Alla Bce il dopo-Draghi è iniziato senza l’Italia

Mario Draghi lascerà la presidenza della Banca centrale europea nel 2019, ma la successione è iniziata ieri: l’Eurogruppo, coordinamento informale dei ministri economici della moneta unica, ha indicato come nuovo vicepresidente il ministro delle Finanze spagnolo Luis De Guindos. Si insedierà a maggio, dopo la scadenza del mandato del portoghese Vitor Constâncio e dopo che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.