Alcoa, l’ultimo tentativo di Calenda per evitare la tragedia del Sulcis

Il 13 settembre gli operai a Roma. Il ministro ha trovato il modo di scontare l’energia a Glencore. Ma l’acquirente dopo 4 anni è sparito
Alcoa, l’ultimo tentativo di Calenda per evitare la tragedia del Sulcis

Guardate la foto. È stata scattata il 2 febbraio 2010 davanti a Montecitorio. Gli operai dell’Alcoa, la fabbrica di alluminio di Portoscuso nel Sulcis, attendevano l’esito di un incontro decisivo per il loro futuro. Dopo sei anni e mezzo non è ancora successo niente. Martedì prossimo torneranno a Roma per l’ennesimo incontro con l’ennesimo interlocutore, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.