» Cultura
giovedì 12/05/2016

Alberi tagliati e pezzi di vetro: la memoria di Utoya è ancora viva

Il 22 luglio 2011 Anders Breivik piazza una bomba a Oslo e poi uccide 69 studenti in un campus. Sul palco tre coppie, lambite dalla strage, e un’atmosfera da Notte dei Cristalli
Alberi tagliati e pezzi di vetro: la memoria  di Utoya è ancora viva

L’uomo che cammina sui pezzi di vetro si chiama Gunnar; è norvegese, fa il professore e ha due passioni: il socialismo e le studentesse. Battibecca con la moglie Malin sull’acquisto di un gatto e sull’opportunità di aver mandato la figlia, un po’ frivola, in vacanza educativa: il campeggio dei giovani laburisti che, come ogni anno, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cultura

Il solito Woody, la solita ironia e le solite (ultime) pellicole

Cultura

Nuova prova per tre registi Scelta che vince non si cambia

“La Ginzburg”, il modo diretto e sincero di stare al mondo
Cultura
L’intellettuale

“La Ginzburg”, il modo diretto e sincero di stare al mondo

di
Cultura
Cinema - European Audiovisual Observatory 2017

Biglietti in calo in tutta Europa. L’Italia la peggiore: -12% di ingressi

Il fulcro della musica sacra di Bach è Bach
Cultura
L’analisi

Il fulcro della musica sacra di Bach è Bach

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×