Aids, fermo al palo il piano nazionale

Il piano nazionale Aids è fermo al palo. Approvato con l’intesa Stato-Regioni del 26 ottobre 2017, prevede di realizzare modelli di intervento per ridurre il numero di nuove infezioni da Hiv, favorire il mantenimento in cura dei pazienti, facilitare l’accesso al test, alle terapie Prep e Pep (la profilassi pre e post-esposizione), l’emersione del sommerso, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.