Agnelli, da sempre controcorrente: un po’ lupo e un po’ “cazzone”

Gli “aficionados” della sua band, gli Afterhours, non gli hanno perdonato di aver partecipato a Sanremo. Ma in pochi sanno che lotta contro la Siae per i diritti sui live
Agnelli, da sempre controcorrente: un po’ lupo e un po’ “cazzone”

Dicono di lui, malignamente, che in un remake de Il buono, il brutto e il cattivo potrebbe interpretare almeno due ruoli. Ma il set giusto per Agnelli sarebbe stato quello di Harry Potter: l’avessero notato prima del povero Alan Rickman, chi meglio del rocker lombardo nei panni di Severus Piton, l’ombroso e severo professore di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.