Addio Milan, aspettando la resurrezione

Addio Milan, ci siamo amati tanto, tantissimo, ma adesso non sappiamo, siamo smarriti, delusi, frastornati da tante parole che suonano farlocche, come il suono balordo delle campane fessurate. Nel giorno, o meglio, nel mezzogiorno del primo cino-derby milanese, il lamento del popolo casciavit – i milanisti doc – si propaga per le infinite rotte del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.