Addio allo Ius soli. Zanda: “In Senato non ci sono i voti”

Rinvio - La riforma del diritto di cittadinanza esce dal calendario parlamentare. Il capogruppo Pd: “Questa legge non ha i numeri”
Addio allo Ius soli. Zanda: “In Senato non ci sono i voti”

“Non ci sono i voti per approvare lo ius soli”. Così il capogruppo del Pd al Senato, Luigi Zanda, dà l’annuncio di una morte annunciata, quella della legge sulla cittadinanza. Il provvedimento – dopo la riunione della capigruppo di ieri a Palazzo Madama – è sparito dal calendario di settembre. Ufficialmente, se ne riparla dopo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.