Acqua pubblica, ora il M5S dia seguito al referendum

Era il 2011 - I cittadini si pronunciarono per il ritorno al pubblico Da allora governi e comuni hanno fatto muro. Ma una speranza c’è
Acqua pubblica, ora il M5S dia seguito al referendum

Questa mattina, con i saluti di apertura del presidente della Camera Roberto Fico, uno dei protagonisti della stagione dei beni comuni, ben prima della nascita del M5S, il Dipartimento di Giurisprudenza della Federico II ricorderà i referendum del 2011 che abrogarono il processo di privatizzazione dei servizi pubblici locali. Quel giorno rappresentò il culmine di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.