Accecati dall’Isis ci dimentichiamo di Al Qaeda

La Libia rappresenta molte cose, quasi tutte vergognose e inconfessabili persino sul piano del realismo politico che ha già un sostanzioso palmares di iniquità. È stata la prima patria del terrorismo internazionale e la prima base di lancio dei missili e della bomba umanitaria contro l’Europa. Gheddafi, dopo aver facilitato il lucroso commercio di migranti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.