A volte valgono come sostitutivo anche per madri di famiglia

“Vieni, bel gatto, sul mio cuore innamorato”: non è la didascalia della solita foto di soriano postata da una gattara digitale col letto vuoto, ma una poesia di Baudelaire, il primo cat-lover dichiarato. Gli uomini di oggi preferiscono i cani (il gatto fa troppo intellettuale, o gay, o entrambe le cose), e li valutano con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.