» Commenti
lunedì 12/06/2017

A volte valgono come sostitutivo anche per madri di famiglia

“Vieni, bel gatto, sul mio cuore innamorato”: non è la didascalia della solita foto di soriano postata da una gattara digitale col letto vuoto, ma una poesia di Baudelaire, il primo cat-lover dichiarato. Gli uomini di oggi preferiscono i cani (il gatto fa troppo intellettuale, o gay, o entrambe le cose), e li valutano con […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Commenti

Chi l’ha detto che un donna senza figli con un cane è di certo infelice?

Mondo

Sarajevo addio, l’odio prodotto dalle “tribù”

Commenti

Mail Box

Commenti
Il Vangelo della domenica

“Aprire una strada al Signore” significa allargare lo sguardo

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×