“A bordo solo marinai italiani”. Ma sulla nave ci sono i polacchi

La bufala di Onorato - L’armatore e la campagna “patriottica” contro i rivali. Ma in due traghetti il personale è dell’Est. Sindacati in allarme
“A bordo solo marinai italiani”. Ma sulla nave ci sono i polacchi

“Il nostro personale? È tutto italiano!”. E, a dire il vero, anche un po’ polacco. Lo slogan con cui negli ultimi mesi le compagnie facenti capo a Vincenzo Onorato (Tirrenia, Moby, Toremar) hanno inondato i media italiani non fotografa tutti i dettagli della situazione. Il Fatto Quotidiano, infatti, ha visionato la crew list (la lista […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.