Mentre fuori si prepara il diluvio che, comunque vada, piomberà in Parlamento dopodomani, dentro il palazzo della Camera le lancette dell’orologio sono tornate indietro di 23 anni: precisamente al 1993, anno successivo all’inizio dell’inchiesta Tangentopoli, nonché titolo della seconda serie ispirata agli accadimenti politici di quegli anni che andrà in onda su Sky e si chiuderà con la discesa in campo di Berlusconi, in “1994”. Così ieri, chi avesse varcato la soglia di Montecitorio avrebbe fatto un salto nel tempo, incrociato tra i divanetti del Transatlantico Craxi e gli altri, rivissuto la celebre scena del cappio: quella che un deputato della Lega Luca Leoni Orsenigo sventolò in aula il 16 marzo 1993, durante il dibattito sulla questione morale. Nostalgia per quel tempo in cui sembrava che tutto sarebbe cambiato? Voglia di voltare definitivamente pagina con la Seconda Repubblica? Chissà: di certo c’è che produzione e regia, per cominciare le riprese, hanno scelto i tempi giusti: hanno girato tutto ieri e il set verrà smontato in fretta e furia. Da domani sera, lì dentro, chiunque perda dovrà affrontare la realtà: non sempre un gran bel film.