Elezioni, la diretta – Letta: ‘Costretti ad alleanze’. Conte: ‘Voto utile? Noi terzo incomodo con agenda progressista’. Poi apre al ritorno di Di Battista

La relazione del segretario dem alla Direzione nazionale approvata all'unanimità: "Non ci sarà pareggio, o noi o Meloni. Dobbiamo convincere gli elettori di Forza Italia. Io premier? Se serve faccio il frontman". Calenda: “Se Draghi non vuole mi candido io a palazzo Chigi”

Aggiornato: 23:08

I fatti più importanti

  • 11:07

    Letta: “Convincere gli elettori di Forza Italia a votarci” – VIDEO

  • 11:03

    Letta: “Al voto non coalizioni ma alleanze elettorali”

    “Al di fuori del trio dell’irresponsabilità dobbiamo parlare e verificare se possono essere stipulate alleanze meramente elettorali. Perchè questa legge non è il Mattarellum, non porta a coalizioni ma solo ad alleanze elettorali”. Lo ha detto Enrico Letta nella propria relazione alla Direzione nazionale del Pd. 

  • 10:38

    Letta: “Tornare col M5s? Il giudizio degli elettori è lapidario”

    “A chi ha tentazioni” di tornare col M5s, “a chi dice “ripensiamoci”, l’invito è a guardare a cosa pensano gli elettori, il loro giudizio è lapidario”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, nella propria relazione alla Direzione nazionale in corso alla Camera.

  • 10:36

    Letta: “Discussione su premier surreale. Se serve faccio il front-runner”

    “Ho letto ieri le agenzie sulla questione della premiership, una discussione che ho trovato surreale”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta nella relazione alla Direzione nazionale del partito, in riferimento alla querelle di ieri con cui Carlo Calenda ha detto di no alla sua candidatura a palazzo Chigi. “Derubrichiamo questa assurda discussione della premiership ma, se serve, assumo il ruolo di front-runner della nostra campagna elettorale, questa responsabilità, con la massima determinazione”, ha affermato. 

     

  • 10:30

    Calenda: “Se Draghi non è disponibile a fare il premier mi candido io”

    “Noi pensiamo a un governo Draghi bis con una forte componente riformista e ci candidiamo a far questo, ma un Paese non si può fermare solo a una persona, per cui se domani Draghi dicesse che non è disponibile allora mi candiderei io. Spiegheremo come intendo governare questo paese”. Lo afferma il leader di Azione Carlo Calenda a Skytg24.

  • 10:28

    Letta: “Con Fi abbiamo lavorato bene, convincere i loro elettori”

    “Forza Italia è un partito con cui abbiamo collaborato al governo, abbiamo lavorato bene”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, nella relazione alla Direzione nazionale in corso alla Camera.”Poi, improvvisamente, questa scelta incomprensibile che gli sta portando una frana di consensi e dirigenti. Fi ha deciso di sciogliersi dentro la Lega, ed è un punto di non ritorno, ma lì si è aperta una voragine dentro il centrodestra. O noi convinciamo una parte degli elettori che hanno votato lì o sarà difficile giocarla solo sugli astensionisti. Dobbiamo parlare anche con chi ha votato Fi alle ultime elezioni o le liste civiche”. 

  • 10:25

    Letta: “Impossibile percorso con chi ha fatto cadere Draghi”

    “Siamo netti nei confronti delle tre forze politiche (Lega, Forza Italia e M5s, ndr) che hanno dato vita al giorno delle irresponsabilità, l’irresponsabilità di quelle scelte rende impossibile fare un percorso con quelle tre forze politiche, alle elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, nella relazione alla direzione nazionale in corso alla Camera.

  • 10:21

    Letta: “Sulle liste non serve “piantare chiodi”, chiedo approccio generoso”

    “Sarà una campagna elettorale difficilissima. Si vota per un Senato con 200 componenti, con una legge maggioritaria. Bisognerà correre. La campagna elettorale dobbiamo farla perché la maggior parte dei collegi ce la dovremo giocare casa per casa. Con dei candidati sul territorio, non candidati astratti. Lo dico anche ai nomi importanti, perché nome importante significa grande responsabilità. Se ognuno di voi si approccia a questa vicenda con “come posso essere utile” è una cosa, se pianta un chiodo e dice “vediamo come me la risolvono” è differente. Possono volare stracci. Io non c’ero alla direzione nazionale che approvò le altre liste, perché facevo un altro lavoro, io farò di tutto perché non sia così. Farò di tutto perché tutti i nodi saranno sciolti o in una logica di interesse generale”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, nella relazione alla Direzione nazionale in corso alla Camera.

  • 10:17

    Calenda: “Restando nei 5s Di Maio avrebbe fermato Conte”

    “Stando dentro ai Cinque Stelle, Di Maio avrebbe fermato questa cosa. Andandosene ha radicalizzato Conte. Ma a me non importa nulla, non credo che questo paese pensa che si debba investire su di lui ma sceglieranno gli italiani”. Lo ha detto Carlo Calenda, leader di Azione, a SkyTg24.

  • 10:14

    Calenda: “Accordo col Pd nei collegi o andiamo da soli”

    “Stimo Letta, ma su molte cose la pensiamo in modo diverso. Noi abbiamo presentato un patto repubblicano aperto a quelli che non hanno fatto cadere Draghi. Letta farà le sue riflessioni. Noi dovremo decidere se fare un tecnico sui collegi mantenendo la nostra differenza oppure andare da soli, sapendo che c’è un tema sui collegi uninominali. Prenderemo una decisione in modo trasparente presenteremo il nostro candidato premier ed il nostro programma”. Lo afferma il leader di Azione, Carlo Calenda, a SkyTg24.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui