Crisi di governo, diretta | Draghi rassegna le dimissioni, Mattarella non le accoglie e lo rimanda alle Camere. “Verifica in Parlamento”

I 5 Stelle non hanno partecipato alla votazione, il presidente del Consiglio fa un passo indietro ma il Colle frena: mercoledì alle Camere. Franceschini: "Quello il giorno decisivo, non oggi". Meloni: "Parola ai cittadini". Conte dopo il Consiglio M5s: "Prendiamo atto delle dimissioni e ci siamo aggiornati a venerdì"

Aggiornato: 23:35

I fatti più importanti

  • 23:35

    Conte: “Dimissioni? Ne prendiamo atto”

    Le dimissioni di Mario Draghi? “Ne prendiamo atto”. Così il leader M5S, Giuseppe Conte, al termine del Consiglio nazionale convocato dopo le dimissioni del presidente del Consiglio.

  • 23:29

    Conte: “Confronto e ci aggiorniamo venerdì”

    “Ci siamo confrontati e ci siamo aggiornati a domani”. Questo il laconico commento di Giuseppe Conte, intercettato dai cronisti al termine del consiglio nazionale M5s.

  • 23:23

    Consiglio nazionale del M5s aggiornato a venerdì

    Il consiglio nazionale del M5S si è appena concluso e verrà aggiornato nella giornata di domani. Al momento bocche cucite sui contenuti della riunione.

  • 22:10

    Quirinale: dovere democratico Draghi alle Camere

    La scelta di Mattarella di mandare in Parlamento il governo Draghi risponde, nella visione del Quirinale, a un preciso dovere democratico e di trasparenza, dovuto al Paese. È quanto si sottolinea in ambienti del Quirinale dove si ricordano le antiche polemiche per le cosiddette crisi extraparlamentari.

  • 22:06

    Speranza: “Errore grave di Conte”

    Conte? “Credo abbia sbagliato a non votare la fiducia. E’ stato un errore grave, tanto più dopo l’incontro di martedì”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a In onda su La7, spiegando: “Per dare risposte serve un governo forte, questo è un governo che può provare a dare queste risposte”.

  • 21:58

    Renzi: “Eventualità del voto c’è”

    Il voto? “Io credo che l’eventualità c’è”. Lo ha detto Matteo Renzi a Zona Bianca su Rete4.

  • 21:58

    Speranza: “Lavorare per evitare crisi vera”

    “Dobbiamo lavorare per evitare una crisi vera, io ho grande fiducia nel presidente della Repubblica e nel presidente del Consiglio”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a In Onda su La7 auspicando che mercoledì possa risolversi la crisi.

  • 21:57

    Di Maio: “Non scontato esito di mercoledì”

    “Non è scontato l’esito di mercoledì in aula, dipende dalla maturità”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio allo speciale del Tg1. “Serve un atto di maturità e non solo di responsabilità da parte delle forze politiche”, ha aggiunto. “Spero che domani lo si possa già fare e che ci sia la volontà di farlo”, ha precisato.

  • 21:48

    Di Maio: ‘Situazione grave, lo vedremo con spread’

    Draghi “ha dimostrato di essere di parola, il Cdm ha preso atto di una situazione gravissima, lo vedremo da domani sullo spread e sulle borse”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ospite di Speciale Tg1. “Ora rischiamo di andare in esercizio provvisorio, questo vuol dire non avere un governo”. “Conte – aggiunge – ha causato la crisi dell’Italia, un po’ coscientemente, un po’ no”.

  • 21:36

    Carfagna: “Giusto parlamentarizzare la crisi”

    “La parlamentarizzazione della crisi decisa dal Capo dello Stato, dopo lo strappo del M5S, rappresenta per tutte le forze politiche l’occasione di dimostrare la propria responsabilità nei confronti degli italiani, in una fase quanto mai delicata sul piano interno e internazionale. Nessuno, in Europa e nel mondo, capirebbe un’Italia che manda a casa una delle premiership più stimate e credibili dell’Occidente come quella di Mario Draghi”.Lo dichiara Mara Carfagna (FI), ministro per il Sud e la Coesione territoriale.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui