Lavrov: “Ue e Nato come Hitler, preparano guerra contro Russia”. Agenzia per il nucleare: “Preoccupazione per lo staff di Zaporizhzhia”

Kiev annuncia il ritiro da Severodonetsk. Continua l’avanzata dei russi intorno a Lysychansk. Il Cremlino: "I rapporti fra Russia e Ue hanno toccato il fondo". A Kherson ucciso un funzionario russo. Turchia: "Trovato consenso generale sul grano". Fonti Ue: “Nessun piano" a luglio per summit su energia chiesto da Draghi

Aggiornato: 19:45

  • 19:45

    Kiev: “Almeno dieci anni per togliere mine”

    L’Ucraina avrà bisogno di almeno un decennio per ripulire tutte le mine e gli esplosivi dalla sua terra e dalle sue acque dopo la guerra. Lo ha affermato un portavoce del servizio di emergenza statale ucraino. Lo riporta il Guardian. Finora, l’Ucraina è riuscita a liberare 620 chilometri quadrati di terra che erano disseminati di migliaia di ordigni esplosivi, comprese 2.000 bombe lanciate dall’aria, ha detto Oleksandr Khorunzhiy. Quasi 300.000 chilometri quadrati – circa la metà del territorio ucraino – sono ancora visti contaminati”, ha aggiunto: “Serviranno fino a 10 anni, secondo una cifra ottimistica. Perché non sappiamo ancora cosa stia succedendo nei territori in cui sono in corso combattimento attivi in questo momento”, ha sottolineato..

  • 19:22

    Mosca: “Da Ue approccio aggressivo contro Russia”

    Un approccio così aggressivo da parte dell’Ue comporta ovviamente il potenziale per l’emergere di nuove e più profonde linee di divisione. Una tale politica di Bruxelles non ha nulla a che fare con i reali bisogni degli abitanti dell’Ucraina e i Paesi Ue”. Lo afferma la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova che parla di “accaparramento geopolitico” per contenere la Russia. Lo riporta Ria Novosti 

  • 19:16

    “Grano nei silos a Melitopol portato via dai russi”

    I russi hanno portato via il vecchio grano raccolto nei silos a Melitopol in Ucraina. Lo ha denunciato il sindaco di Melitopol Ivan Fedorov, stando a Ukrinform. Ogni giorno dai 30 ai 50 camion portano i raccolti fuori dalla città e dal distretto di Melitopol. Si tratta di quasi 1.000 tonnellate. Gli agricoltori di Melitopol non hanno l’opportunità di esportare ortaggi e frutta che hanno coltivato, poiché i russi non consentono di portare i raccolti fuori dal territorio occupato nelle aree controllate dal governo filorusso.

  • 19:14

    “Se scoppia la III guerra mondiale? Bombe subito su Londra”

    “Nel caso scoppiasse la Terza Guerra mondiale la città di Londra sarebbe la prima ad essere bombardata”. Parola del deputato russo della Duma Andrei Gurulyov, stando a quanto riporta Ukrainska Pravda. “Distruggeremo l’intero gruppo di satelliti spaziali nemici durante la prima operazione aerea. A nessuno importerà se sono americani o britannici, li considereremmo tutti della Nato”, ha avvertito. “In secondo luogo, indeboliremo il loro intero sistema di difesa missilistica, al 100% ovunque”, ha continuato Gurulev. “In terzo luogo, non inizieremo sicuramente con Varsavia, Parigi o Berlino. La prima a soffrire sarà Londra. È chiaro che la minaccia per il mondo viene dagli anglosassoni”, ha aggiunto. Secondo la direzione principale dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino, Gurulyov è un criminale di guerra che è stato direttamente coinvolto in attività criminali in Ucraina nel 2014-15.

  • 17:44

    Accordo cooperazione giudiziaria fra Parigi e Kiev

    Parigi e Kiev hanno firmato oggi una “dichiarazione d’intenti” in materia di cooperazione giudiziaria che consentirà, in particolare, “maggiore fluidità” negli scambi di informazione tra i due Paesi, quattro mesi dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia di Vladimir Putin. I firmatari – la procuratrice generale ucraina, Iryna Venediktova, il ministero della Giustizia francese, la procura generale della corte d’appello di Parigi e la procura nazionale antiterrorismo Pdi Parigi (PNAT) si impegnano “a considerare con maggiore accuratezza le richieste di aiuto giudiziario relative agli atti legati al conflitto armato internazionale dovuto all’aggressione dell’Ucraina da parte della Federazione russa, in particolare, per quelli potenzialmente qualificati come crimini contro l’umanità, crimini di guerra o genocidio”, si legge in una nota diffusa dalle autorità francesi. 

  • 17:42

    Putin: “C’è chi vuole sovvertire ordine su Onu”

    La politica di alcuni Paesi punta a “erodere” il diritto internazionale e ha portato a uno “squilibrio” delle relazioni internazionali. Lo ha detto Vladimir Putin, intervenendo in videoconferenza alla riunione dei Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica). “L’importanza della cooperazione con partner che condividono i nostri valori è aumentata moltissimo nelle attuali condizioni di relazioni internazionali squilibrate”, ha detto Putin, citato dall’agenzia Tass. “Questa situazione si stava preparando da molto tempo ed è diventata un risultato inevitabile della politica di erosione del diritto internazionale e di indebolimento degli istituti multilaterali condotta da coloro che professano il cosiddetto ordine mondiale liberale”, ha aggiunto. Secondo il presidente russo, alcuni Paesi stanno cercando di sostituire l’attuale architettura globale basata sul ruolo centrale delle Nazioni Unite con un ordine basato sulle regole per preservare il loro dominio. “Che tipo di regole, chi le ha inventate – nessuno lo sa”, ha concluso.  

  • 17:08

    Raid russo a Kostiantynivka

    È di almeno un civile ucciso il bilancio dell’attacco russo lanciato ieri sera sulla città di Kostiantynivka, nella regione del Donetsk nell’Ucraina orientale, Lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, su Telegram, riporta Ukrinform. “Una persona è stata uccisa. Le case e le infrastrutture sociali sono state danneggiate. Questi sono gli effetti del bombardamento russo di Kostiantynivka – ha precisato Kyrylenko -. I russi continuano a prendere di mira intenzionalmente civili e infrastrutture critiche nella regione di Donetsk. Finora nella regione non sono rimasti posti sicuri. L’evacuazione è l’unica opzione responsabile”. In totale a Kostiantynivka sono state danneggiate 22 case e 14 infrastrutture sociali.
    Secondo la polizia, due civili sono stati salvati da sotto le macerie.

  • 16:33

    Lagard a leader Ue: “Agiremo contro inflazione alta”

    “L’inflazione” nell’Eurozona resta e resterà per qualche tempo elevata principalmente a causa dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari. La Bce farà in modo che torni al 2% nel medio termine. Questo è il nostro mandato. Lo rispetteremo”. E’ il messaggio che, a quanto si apprende da fonti Ue, la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha rivolto ai leader all’Eurosummit. La francese ha assicurato che Francoforte manterrà “una ordinata trasmissione della politica monetaria in tutta l’area euro”. “Il nostro impegno sul nostro mandato non dovrebbe essere messo in dubbio”, ha ribadito. 

  • 16:25

    Usa: “Forze Kiev da Severodonetsk per difendersi”

    Le forze ucraine si sono ritirate da Severodonetsk “per ricollocarsi in una posizione dalla quale possono difendersi meglio”. Lo riferisce una fonte del Pentagono alla Cnn definendo la conquista della Russia “molto piccola”. Il funzionario della Difesa ha anche sottolineato che le forze russe stanno facendo “progressi di pochi centimetri nel Donbass”

  • 16:17

    Ue: “Su price cap a petrolio valutare pro e contro”

    La proposta degli Usa su “un price cap al petrolio sarà un argomento di discussione al G7, dobbiamo vedere quali sono i possibili vantaggi positivi, ma dobbiamo anche tenere tutto in considerazione per far sì che vi sia una chiara visione dei possibili effetti collettivi”. Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, al termine del vertice Ue. “Dobbiamo capire se siamo in sintonia” con gli Usa “e se questa idea è appropriata per arrivare ai nostri obiettivi comuni”, ha aggiunto. 

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui