Guerra Russia-Ucraina, la diretta – I russi attaccano la centrale nucleare di Zaporizhzhia. Allarme per incendio, poi Kiev: “Ora è in sicurezza”. Intesa sui corridoi umanitari

Battaglia sotto i reattori nel tentativo di prendere il controllo dell'impianto. L'Agenzia per l'energia atomica: "Radioattività nella norma". Concordato un terzo round di colloqui: Kiev delusa, per Mosca “progressi”. Proseguono i raid: Kherson in mano ai russi, a Chernihiv "33 civili morti"

Aggiornato: 03:25

I fatti più importanti

  • 12:03

    Volkswagen chiude la produzione in Russia e blocca le esportazioni

    Volkswagen chiude la produzione in Russia. Lo ha comunicato il gruppo tedesco in una nota da Wolfsburg: “A causa della guerra, il presidio del gruppo ha deciso di fermare la produzione di veicoli in Russia”. Anche le esportazioni “verranno stoppate a partire da subito”, si legge.

  • 12:02

    La Francia sequestra yacht al Ceo di Rosneft

     

     

    Questa notte al posto di La Ciotat – nei pressi di Marsiglia – le autorità francesi hanno sequestrato lo yacht “Amore vero” di proprietà dell’oligarca russo Igor Sechin, Ceo della compagnia energetica statale Rosneft. Lo riferisce il ministero dell’Economia francese in una nota. Lo yacht sequestrato, spiega il governo di Parigi, era detenuto da una società il cui principale azionista è Sechin. Il sequestro rientra nell’ambito delle misure contro Mosca decise dall’Ue. 

     

    Arrivato a La Ciotat lo scorso 3 gennaio, lo yacht doveva restare attraccato nel porto fino al 1° aprile per delle riparazioni. “Al momento del controllo lo yacht stava prendendo delle disposizioni per salpare in tutta fretta senza aver completato i lavori di manutenzione previsti”, si legge. Al termine del controllo da parte delle Dogane “è stato osservato che questo tentativo di uscita dalle acque territoriali francesi costituiva un’infrazione alle sanzioni dell’Ue, pertanto la nave è stata sequestrata”.

     

  • 11:52

    Zelensky: “Primi 16mila volontari stranieri pronti a combattere”

    I primi 16mila volontari stranieri sono pronti a combattere al fianco delle truppe di Kiev contro quelle russe. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo discorso video. Zelensky aveva lanciato un appello agli stranieri perché si unissero alla resistenza alle forze di Mosca: nel Paese è stata formata un’unità separata di stranieri, la Legione internazionale di difesa territoriale dell’Ucraina.

  • 11:47

    Colloqui Russia-Ucraina a Brest: inizieranno alle 13

    Il secondo round dei negoziati tra Russia e Ucraina si terranno nella regione di Brest, in Bielorussia, e cominceranno intorno alle 15 ora locale in Bielorussia (le 13 in Italia). Lo ha reso noto il capo delegazione russo, Vladimir Medinsky, citato dalla Tass

     

  • 11:43

    Pechino: “Fake news le rivelazioni del Nyt”

    La Cina ha bollato come “completamente false” le rivelazioni del New York Times secondo cui Pechino avrebbe chiesto alla Russia di non invadere l’Ucraina prima della chiusura dei Giochi olimpici invernali, che si sono conclusi lo scorso 20 febbraio. Si tratta di un tentativo “spregevole di addossare colpe”, attacca il ministero degli Esteri. Secondo fonti dell’amministrazione Usa citate dal Nyt, i vertici cinesi avevano un certo livello di conoscenza dei piani o delle intenzioni di Mosca di invadere l’Ucraina. Nelle scorse ore l’ambasciata cinese a Washington aveva già definito le rivelazioni “speculazioni senza alcuna base“.

  • 11:20

    Zelensky: “La Russia ci risarcirà per questa brutale aggressione”

    “La Russia risarcirà l’Ucraina per tutti i danni provocati durante la brutale guerra voluta da Mosca”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo messaggio diffuso oggi. Rivolgendosi direttamente alla Russia, ha detto che Mosca deve imparare la parola “riparazione”. E ha promesso: “ripristineremo ogni casa, ogni strada, ogni città”.

  • 11:12

    Ministro Esteri russo: “Siamo ancora aperti a trattative con la Nato”

    La Russia è ancora aperta ad avere trattative con la Nato appena ci saranno. Lo ha detto il ministro degli esteri Serghei Lavrov in conferenza stampa a Mosca, secondo quanto riporta l’agenzia Tass.

  • 10:50

    Ministro Esteri russo: “L’Occidente considera una guerra nucleare”

    Il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov ha accusato l’Occidente di considerare una “guerra nucleare”.

  • 10:47

    Ministro degli Esteri russo: “Usa dominano l’Europa come Napoleone o Hitler”

    Washington domina l’Europa come Napoleone o Hitler hanno fatto a suo tempo. Lo ha sostenuto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov in conferenza stampa. La Russia si aspetta che “l’isteria svanirà” e che l’Occidente ne uscirà fuori, ha aggiunto il capo della diplomazia russa. Gli Stati Uniti “stanno cercando di imporci la loro visione del futuro dell’Europa” e “hanno l’Europa sotto il loro controllo”, è la sua analisi. “Gli americani stanno dettando ai tedeschi cosa è bene per la sicurezza energetica europea e stanno dicendo che non hanno bisogno di quel gasdotto (il Nordstream 2, ndr) e che la sicurezza sarà assicurata dalle forniture dagli Stati Uniti, che è molto più costosa”. 

  • 10:26

    Ministro degli Esteri ucraino: “E’ una guerra del popolo per l’Ucraina, Putin non può vincerla”

    “Questa è una vera guerra del popolo per l’Ucraina. Putin non ha possibilità di vincerla. In questa foto i civili bloccano gli invasori russi a Energodar, ieri. È una di centinaia di foto e video simili. Abbiamo bisogno di partner che aiutino l’Ucraina a difendersi. Soprattutto nell’aria. Chiudete i cieli ora!”. Così il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, su Twitter. 

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui