Quirinale, la diretta – “Una presidente donna”: Salvini annuncia, Conte conferma. L’ipotesi è Belloni: ma Renzi, Fi e Leu contrari. Dubbi dal Pd. Meloni: “Misoginia italiana”

Alla quinta votazione il flop del centrodestra su Casellati. Incontro tra Draghi e il capo del Carroccio, che poi vede i leader del centrosinistra. Spunta l'ipotesi di una presidente donna: in campo pure Cartabia e Severino. Sulla diplomatica arriva l'endorsement di Grillo, ma c'è il muro di renziani e berlusconiani. Fi si stacca dalla Lega: "Da ora tratteremo da soli". E i dem: "Si tenga conto dei 336 voti per Mattarella"

Aggiornato: 09:30

I fatti più importanti

  • 16:50

    Si fanno i nomi Draghi, Mattarella e Casini

    I conti erano esatti. “Sotto i 400”, la stima del Pd questa mattina all’avvio delle votazioni su Elisabetta Casellati. La presidente del Senato si è fermata a 382. Pochi minuti dopo lo spoglio, Emanuele Fiano girava con un foglio in mano salendo al gruppo dem. “Settantuno franchi tiratori. Eh…”. Il centrosinistra, insieme a Matteo Renzi, incassa il fallimento della prova di forza, la spaccatura del centrodestra e la ‘bottà alla leadership di Matteo Salvini. Alla vigilia della sesta votazione il dato certo per il centrosinistra è che “è finito il tempo dei nomi buttati lì ogni due ore, come ha fatto Salvini in questi giorni. Adesso si può ragionare solo dentro il perimetro di uno dei nomi che abbiamo avanzato fin qui”, osserva un parlamentare Pd. Ovvero Mario Draghi, Pier Ferdinando Casini, Sergio Mattarella. Resta anche l’ipotesi di un nome alla Belloni. Ma due sono i nomi che ricorrono: Casini e Mattarella. Sul primo sarebbe in corso, sin da questa mattina, un’operazione di Italia Viva e centristi con parti di entrambi gli schieramenti. Un pezzetto di Pd e pezzi di Forza Italia, si riferisce all’Adnkronos. Il secondo ricorre nei rumors di Transatlantico tra i parlamentari. Ma in questi minuti si naviga ancora a vista. Enrico Letta, Giuseppe Conte e Roberto Speranza sono riuniti. Si aspetta l’esito del vertice di centrodestra. Se ci saranno le condizioni o meno di costruire una candidatura condivisa già alla sesta votazione. La sensazione è che serva ancora tempo.

  • 16:44

    Centrodestra valuta scheda bianca o Casini

    Il centrodestra sarebbe orientato a cambiare gioco dopo la fumata nera sulla Casellati in Aula, e sul tavolo ci sarebbe anche il nome di Pier Ferdinando Casini. Ma, in attesa di ulteriori valutazioni, per questo sesto voto si starebbe pensando all’ipotesi di votare scheda bianca o puntare sull’astensione come già fatto ieri. E’ quanto starebbe emergendo al vertice in corso a Montecitorio.

  • 16:39

    Riprende incontro Letta-Conte-Speranza

    Il presidente del M5s Giuseppe Conte e il leader di Leu Roberto Speranza sono appena rientrati al gruppo Pd della Camera, per riprendere l’incontro con il segretario dem Enrico Letta.

  • 16:31

    Alle 16 e 30 assemblea elettori M5s

    E’ convocata per le 16.30 un’assemblea dei grandi elettori M5S sulla piattaforma Zoom.

  • 16:18

    Terminata riunione Letta-Conte-Speranza

    È terminata la riunione fra il segretario del Pd, Enrico Letta e i leader del M5S Giuseppe Conte e di Leu Roberto Speranza. L’incontro è avvenuto nella sede del gruppo Pd alla Camera per fare il punto sulla quinta votazione per il Colle, con il presidente del Senato Elisabetta Casellati candidata dal centrodestra. 

  • 16:17

    Miccichè (Forza Italia): “Basta nomi, subito Mattarella bis”

    “La verità che non riesco a trovare alternative al bis di Mattarella. Ora basta con le trattative, è ridicolo continuare a fare nomi. Chiudiamo su Mattarella”. A dirlo è il Presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè, coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia e grande elettore al Quirinale. “Chiudiamola questa partita, e anche velocemente ed evitiamo di far fare brutta figura agli italiani e all’Italia tutta”. “Tutto nasce da un inizio sbagliato – spiega Miccichè -Non c’è come uscirne, il Capo dello Stato deve essere di nuovo Mattarella”. “A questo punto basta continuare con le trattative e continuare a dare nomi – spiega – è davvero ridicolo, ripeto, va cambiato il metodo, altrimenti si continua a segare persone diverse”. E conclude: “Si trovi una soluzione o si passi velocemente a Mattarella, stiamo facendo una pessima figura”. “Invito Berlusconi di dire chiaramente che bisogna chiudere su Mattarella e poi se ne parla”.

  • 16:02

    Di Battista: “Casellati dovrebbe dimettersi subito”

  • 15:57

    Meloni contro Forza Italia: “Fdi e Lega leali, altri no”

    “Fratelli d’Italia, anche alla quinta votazione, si conferma come partito granitico e leale. Anche la Lega tiene. Non così per altri. C’è chi in questa elezione, dall’inizio ha apertamente lavorato per impedire la storica elezione di un presidente di centrodestra. Le decine di milioni di italiani che credono in noi non meritano di essere trattati così. Occorre prenderne atto, e ne parlerò con Matteo Salvini, per sapere cosa ne pensa”. Così il leader di FdI, Giorgia Meloni.

  • 15:56

    In corso incontro Letta-Conte-Speranza

    Riunione in corso al gruppo Pd della Camera fra Enrico Letta, Giuseppe Conte e Roberto Speranza per fare il punto sul voto dopo la fumata nera su Elisabetta Casellati, candidata dal centrodestra, al Colle. Insieme ai leader di Pd, M5S e Leu ci sono i capigruppo.

  • 15:55

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui