Draghi in conferenza stampa: “Da debito alto si esce con la crescita”. Nessuna domanda su Salvini

Il presidente del Consiglio e il ministro Franco parlano dopo il Cdm che ha approvato la Nota di aggiornamento al Def. Intanto il premier è stato attaccato dal leader della Lega sulla gestione della pandemia, ma i giornalisti presenti hanno preferito tacere sull'argomento

Aggiornato: 18:00

  • 17:11

    Nessuna domanda sulle frasi di Salvini

    La conferenza stampa di Draghi si chiude dopo oltre un’ora senza che sia stata posta dai giornalisti presenti nessuna domanda su Matteo Salvini, che ha attaccato il presidente del Consiglio: “Spieghi perché tutta Europa riapre e noi no”. Il leader della Lega è alle prese con lo scontro tutto interno con il ministro Giorgetti: tensioni interne al partito che potrebbero avere importanti riflessi anche sulla stabilità dell’esecutivo. Pure su questo punto, però, non è arrivata nessuna domanda a Draghi.

     

  • 16:57

    Draghi: “Sul Colle decide il Parlamento, offensivo parlarne ora”

    E’ pronto a candidarsi alla presidenza della Repubblica, come auspica qualche ministro? “Almeno una volta ogni ora circa, a guardare i giornali, mi fate questa domanda”, replica Draghi. “La risposta è sempre la stessa: è abbastanza offensivo nei confronti del presidente della Repubblica in carica cominciare a pensare in questo modo. Secondo: non sono la persona giusta a cui fare questa domanda, le persone giuste sono in Parlamento, è il Parlamento a decidere della vita e dell’efficacia di questo governo”.

  • 16:52

    Delega fiscale in Cdm la prossima settimana

    “La delega fiscale sarà presentata in Consiglio dei ministri la prossima settimana. Il rinvio della delega fiscale non è dovuto ai partiti politici”, ha detto Mario Draghi in conferenza stampa, che ha giustificato il ritardo sottolineando i molteplici impegni del governo in queste ultime settimane.

  • 16:50

    Riforma catasto, “Nessuno pagherà di più o di meno”

    Con la riforma del catasto che il governo avvierà con la delega fiscale “tutti pagheranno la stessa cosa quanto prima. Nessuno pagherà di più, nessuno di meno”. Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa. Poi specifica: “Il governo non si prepara a tassare la prima casa, anzi c’è un’esclusione esplicita su questo punto”.

  • 16:44

    Franco: “Pil più alto che nel pre-Covid, spinta da Pnrr”

    La crescita negli anni successivi al rimbalzo del 2021, con un +1,9% previsto dalla Nadef per il 2024, “tende ad essere il tasso crescita che ci aspettiamo”, ha detto il ministro Franco. “Vuol dire che l’Italia si muove su un sentiero di crescita più elevato che nello scorso quarto di secolo e influisce ovviamente il Pnrr”.

  • 16:31

    Franco: “Recuperati due terzi del Pil perso nel 2020”

    “Anche ipotizzando un rallentamento nell’ultima parte dell’anno, giungeremmo molto tranquillamente a una crescita del 6% o comunque molto vicino”, ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, presentando la Nadef. “Rispetto alla flessione subita l’anno scorso, di quasi il 9%, ne recuperiamo circa i due terzi”.

     

  • 16:24

    “La manovra rimarrà fondamentalmente espansiva”

    “La legge di bilancio che presenteremo tra poche settimane rimarrà fondamentalmente espansiva”, dice Draghi in vista della manovra. “La sfida più importante è rendere la crescita equa e sostenibile, duratura, strutturale, a tassi di crescita più alti di quelli precedenti la pandemia che erano veramente molto bassi ed erano alla base della crisi continua dell’economia”. Draghi ha sottolineato che si prevede per gli investimenti un aumento di circa il 15% quest’anno e di oltre il 6% il prossimo, dopo il calo del 9,2% nel 2020.

  • 16:20

    “Da debito alto si esce con la crescita”

    “Il quadro economico è di gran lunga migliore di quello che noi stessi pensavamo potesse essere cinque mesi fa”, ha detto Draghi sulla Nadef. “Il debito pubblico è in lieve discesa e mi sono chiesto cosa significa: è la prima conferma che dal problema dell’alto debito pubblico si esce prima di tutto con la crescita”.

  • 16:15

    Draghi cita i lavoratori morti: “Strage continua”

    Il premier Mario Draghi ha aperto la conferenza stampa esprimendo cordoglio per i morti sul lavoro: “C’è l’esigenza di prendere provvedimenti immediatamente, entro la settimana prossima”. Solo negli ultimi due giorni ci sono state altre 9 vittime.

    La strage senza fine nei cantieri: LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

  • 16:09

    La conferenza stampa di Mario Draghi – Video

    In diretta da Palazzo Chigi la conferenza stampa di Mario Draghi (guarda)

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui