La piattaforma

L’aborto, il battito e il diavolo: 500 storie di donne costrette a vergognarsi

Le distorsioni della 194 - Federica Di Martino, attivista e psicoterapeuta, raccoglie i racconti di chi vuole interrompere la gravidanza ma è costretta a subire violenza psicologica: “Meloni afferma di non voler modificare la legge, al cui interno vi è un riferimento chiaro: l’obbligo di riflessione di sette giorni, come se non fossimo capaci di intendere e di volere”

Di Angelo Molica Franco
5 Ottobre 2022

“In Lombardia, a una donna in visita per sottoporsi a un’interruzione volontaria di gravidanza, non soltanto è stato fatto sentire il battito, ma il ginecologo presente le ha offerto la sua disponibilità qualora non fosse del tutto sicura e ci ripensasse”. Questa è soltanto una delle storie che con grande sensibilità Federica Di Martino – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.