Regno Unito

FT: la settimana nera di Liz Truss, in rotta di collisione con i mercati

Sterlina sulle montagne russe - Il piano del governo britannico di tagliare le tasse ai ceti più abbienti (poi ritirato) ha mandato in tilt mercati dei titoli di Stato, provocando un crollo della Sterlina e costringendo la Banca centrale a un salvataggio d'emergenza. I sette giorni di fuoco dei mercati londinesi hanno mostrato che i Tories e la City non vanno più a braccetto

Di George Parker
2 Ottobre 2022

Lunedì 26 settembre sui mercati britannici scoppia una tempesta. La sterlina è in forte ribasso, i tassi di interesse aumentano. La neo eletta premier Liz Truss, però, decide di seguire il suo primo istinto: non fare niente. “C’era il caos, ma al Numero 10 di Downing street l’umore era stranamente calmo. Si facevano riunioni su […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione