L'inchiesta

FT: Visa e Mastercard: i grandi “moralizzatori” del porno

Censura "smart" - A dettare ciò che è lecito vedere nell’industria di contenuti per adulti non sono né i governi, né le convenzioni internazionali, né gli stessi operatori di settore, ma le società che gestiscono i pagamenti online, attraverso un complesso e reticente sistema di scarico di responsabilità

Di Patricia Nilsson e Alex Barker
27 Giugno 2022

Tutto è iniziato un sabato mattina di dicembre 2020. Bill Ackman, miliardario 56 enne fondatore di Pershing Square Capital Management, era a casa sua, negli Hamptons, e ammazzava il tempo leggendo sul cellulare. Un articolo del New York Times attirò subito la sua attenzione e lo fece infuriare. Lo lesse una seconda volta, poi riversò […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.