L’operazione dei Ros

Trento, jihadista fermato: “Al lavoro per un attentato”

Di Stefano Baudino
25 Giugno 2022

Progettava un attentato terroristico in Italia, ma è stato fermato dai carabinieri del Ros: a Trento, un giovane di origini kosovare, il 20enne Mines Hodza, è ora ai domiciliari con l’accusa di associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento ed addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale. Indagata e fermata anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.