Lo studio

FT: il problema di Netflix non sono i contenuti degli altri, ma i prezzi

Pesa l'inflazione - Alla radice del peggiore risultato del colosso dello streaming americano in un decennio, che ha perso 200 mila abbonati rispetto all'anno scorso, ci sono le difficoltà economiche delle famiglie. Con l'aumento generalizzato dei prezzi al consumo, per molti le serie in streaming sembrano passare in secondo piano

Di Patrick Mathurin e Anna Nicolaou
15 Maggio 2022

Quando il mese scorso Netflix ha rivelato di aver perso abbonati per la prima volta in dieci anni, tutti si aspettavano che i servizi di streaming concorrenti avrebbero esultato, aprendo le porte ai delusi della piattaforma. Negli ultimi anni, i colossi dei media tradizionali hanno ingaggiato una guerra aperta contro Netflix, trasformandola in una missione. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione