Il ritratto

Diplomazia e affari: i tanti legami con l’Italia dell’emissario di Putin

Nikolai Sadovnikov - Ex vice console a Milano

Di Lorenzo Bagnoli e Stefano Vergine Icons/ascolta
9 Maggio 2022

I legami con l’Italia di Nikolai Sadovnikov – “l’inviato di Putin” che ha offerto a Puidgemont 10mila soldati e 500 miliardi di dollari in cambio della trasformazione della Catalogna nel paradiso mondiale delle criptovalute – iniziano nel 1984, quando Mosca lo manda all’ambasciata di Roma con il compito di addetto stampa. Secondo fonti diplomatiche italiane, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.