L'estratto

Rosella Postorino: “Se la felicità è un diritto, di sicuro non è un dovere”

A ciascuno il suo percorso - La scrittrice amplia in un libro il discorso tenuto davanti ai neolaureati di Siena tre anni fa. E ai ragazzi di oggi (ma pure agli adulti) dice: “È importante che proviate a sentire dov’è che la vostra vita pulsa di più, oltre ogni condizionamento sociale, oltre le aspettative dei genitori o dei pari”

Di Rosella Postorino*
1 Maggio 2022

“Il 15 giugno di tre anni fa, da un palco lessi il mio discorso d’augurio ai neolaureati dell’Università di Siena, in qualità di ex studentessa dell’ateneo”. In quell’occasione Rosella Postorino ha detto loro quale privilegio fosse stato per lei la possibilità di studiare e di permettersi il sogno di fare la scrittrice. Li ha pregati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui