Nella loro chat di Telegram, “I guerrieri”, circa 200 no vax che in realtà non si erano mai visti di persona, si erano scambiati l’indirizzo dell’appartamento di Mario Draghi per chiedere verifiche sulla sua autenticità, e fantasticavano di un attentato con un drone imbottito di tritolo, da far precipitare sulla sede del Parlamento per raderlo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Pianeta no vax. I “duri e puri” sono solo l’8 per cento della popolazione vaccinabile

prev
Articolo Successivo

Aifa, via libera alla terza dose: “Dopo sei mesi sarà per tutti”

next