Le recenti dichiarazioni del ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, hanno riacceso il dibattito su una eventuale ripartenza del nucleare in Italia: in aprile aveva parlato di fusione nucleare come via preferenziale per la transizione, più recentemente ha aperto all’utilizzo degli SMRs (Small Modular Reactors, il cosiddetto nucleare di quarta generazione), divenuti famosi grazie […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Cloud pubblico, la strategia di Colao: i dati della Pa in sicurezza, ma dal 2023

prev
Articolo Successivo

Scorie e impianti: a posto, se va bene, tra altri 15 anni

next