Tratta delle moldave

Badanti sfruttate e “rese schiave”. Potenza, sei fermi

5 Settembre 2021

Facevano arrivare le ragazze dall’Est Europa con la promessa di un lavoro. Ma una volta arrivate in Italia la loro vita si trasformava in un inferno. In teoria lavoravano come badanti, nella realtà erano delle schiave ridotte in “stato di servitù”, ha spiegato dal Procuratore antimafia di Potenza, Francesco Curcio (nella foto). È il quadro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.