In Europa ci han preso a pesci in faccia per l’idrogeno blu presentato quale fonte rinnovabile. E per fortuna, perché il cosiddetto ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, che pure è uno scienziato, ma a quanto risulta dai fatti molto legato ai signori degli idrocarburi, Eni e Snam in prima fila, ha ricevuto Descalzi e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Al G20 prima intesa sulla transizione verde: “Ma va tutelato anche il sistema industriale”

prev
Articolo Successivo

Israele alla guerra del gelato

next