Dopo l’ondata di manifestazioni popolari di domenica e lunedì scorsi, le strade del- l’Avana erano ieri fortemente sorvegliate dalla polizia. In alcuni quartieri periferici più poveri e turbolenti erano schierate pattuglie del reparto antisommossa, appoggiate anche da militanti del Partito comunista armati di bastoni. In uno di questi quartieri, Arroyo Naranjo, lunedì vi è stata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Banche, FI e Lega regalano 2 miliardi a spese dei clienti

prev
Articolo Successivo

Ancora violenza e saccheggi: “A rischio cibo e carburante”

next