Lon l’occasione della pandemia sono stati bloccati per circa un anno e mezzo i provvedimenti di sfratto. La misura sembra ispirata dal desiderio di tutelare gli affittuari, forse presumendo che siano tutti poveri e bisognosi, dai proprietari, forse presunti tutti ricchi ed avidi. Ci sono casi in cui può essere vero il contrario e sarebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il girone infernale delle aste schianta famiglie e creditori

prev
Articolo Successivo

Al via il nuovo incentivo di massa (100 euro e senza Isee) dal plafond limitato

next