Terminato il blocco delle esecuzioni, nelle prossime settimane arriveranno sul mercato circa 120.000 prime case di famiglie che non ce l’hanno fatta a pagare le rate del mutuo o le altre spese quotidiane arrivando a sovraindebitarsi. Immobili che si cercherà di vendere alle aste, con un risultato evidente: le vendite andranno deserte con i prezzi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Sfratti, dietro il blocco zero idee e si riparte da 70 mila sgomberi

prev
Articolo Successivo

Ma la paralisi dei procedimenti ha costi sociali: aiuta più i furbi

next