È un capolavoro su più fronti: politico, istituzionale e pure comunicativo. La sintesi invece è una: dal ministero per la Transizione ecologica di Roberto Cingolani sono spariti 350 milioni di euro (170 circa sia per il 2020 che per il 2021) ai parchi nazionali alla tutela della biodiversità e dell’ambiente per coprire l’aumento delle bollette […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

I 2 ex premier e gli lgbt finiti in mezzo

prev
Articolo Successivo

Fisco, solo i sindacati bocciano la riforma

next