“Sono parole che è difficile anche commentare. Si qualificano da sole. Non si finisce mai di stupirsi degli esseri umani…”. Sono le prime frasi che Stefano Lorenzi, rappresentante regionale dei viaggiatori alla Conferenza per il Trasporto Pubblico Locale della Lombardia, nonché membro del Comitato Pendolari Bergamaschi, si lascia sfuggire dopo aver ascoltato le frasi pronunciate […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il capo di Areu: “A Pioltello altri morti? Sperem”

prev
Articolo Successivo

Pesci rossi nella neve e moscerini nell’occhio del Sommo Pontefice

next