Da quando l’Italia repubblicana cominciò a essere un “Paese senza verità”? Il Paese, insomma, delle stragi e dei delitti politico-mafiosi, della loggia P2 e dei servizi segreti “deviati”, dal massacro di Portella della Ginestra all’assassinio di Enrico Mattei, dalla bomba di piazza Fontana alle uccisioni di Aldo Moro, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino? Leonardo Sciascia non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Al “Proietti Globe Theatre”. Shakespeare sempre in love

prev
Articolo Successivo

Code di gatto, chiocciole, punti e cancelletti

next