“In questi anni di festa e di velocità c’è anche un varco aperto sul dolore, c’è l’altra faccia dei morti per droga e Aids. Perciò gli anni 80 sono pure anni di tragedia.” Sono parole di Pier Vittorio Tondelli, morto a 36 anni nel dicembre 1991. Proprio come Hervé Guibert, anch’egli classe 1955 e ucciso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Diventare donna: prove di sopravvivenza

prev
Articolo Successivo

Migranti col fegato spappolato: indagano un cardiologo di Roma e il suo amico poliziotto

next