Una partita complessa

Processo Cosentino, le contraddizioni del pentito su cui punta adesso la difesa

Il 14 aprile Nicola Schiavone, il figlio di “Sandokan” ha affermato che, alle elezioni provinciali del 2005, il clan dei Casalesi appoggiò Marcello Schiavone, candidato dell’ex sottosegretario Pdl e risultato non eletto. Alla Dda di Napoli aveva detto che sia lui che il clan avevano sostenuto l’avversario, il mastelliano Sandro De Franciscis

6 Maggio 2021

Gli avvocati Agostino De Caro e Stefano Montone, difensori di Nicola Cosentino, hanno sottolineato al pentito Nicola Schiavone una contraddizione di quelle che vanno spiegate e soppesate: nell’udienza del 14 aprile scorso il figlio di Francesco ‘Sandokan’ Schiavone aveva affermato che il clan dei Casalesi appoggiò l’ex sottosegretario Pdl alle elezioni provinciali del 2005, e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.