Nella lunga e travagliata storia del Ponte sullo Stretto quello di ieri è stato un episodio imperdibile. A Catania si riuniscono i presidenti delle due Regioni interessate: il siciliano (meloniano) Nello Musumeci e il calabrese (salviniano) Nino Spirlì. In mezzo ai due giganti, il costruttore di quest’eterna opera mai compiuta della storia italiana, l’amministratore delegato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Cinese in Porsche con milioni di Dpi illeciti “Difesa da ex console già legale di un boss”

prev
Articolo Successivo

Cuba è stanca del pensiero unico

next