Per rendersi conto del paradosso non serve andar lontani. Basta leggere il nome del decreto in discussione alla Camera: “Misure urgenti per fronteggiare la diffusione del Covid-19”. Urgenti, certo, se non fosse che mentre il governo è riunito per varare il decreto delle riaperture del 26 aprile, Montecitorio sta approvando il decreto del 13 marzo, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Coprifuoco, la Lega si astiene: il diktat di Salvini al governo

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Natangelo

next