Italiano. Beethoven parlava più facilmente l’italiano che il francese. Passeggiate. Le celebri passeggiate di Beethoven, anche di notte, senza neanche tornare a casa per giorni e giorni. Natura. “Di buon mattino, venne da me Beethoven… ‘Devo riprendere le forze nella natura incontaminata, e purificarmi l’animo. Come si sente oggi? Vuol venire con me? Andiamo a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Tiziano Ferro scrive per Il Fatto Quotidiano – “L’amico geniale: Battiato”

prev
Articolo Successivo

Superlega? Meglio il ciclismo epico

next