Se nel teatro shakespeariano gli attori maschi interpretavano finanche i personaggi femminili, in Hanno tutti ragione avviene l’esatto opposto. Ma il monologo di Tony Pagoda è più “un negativo maschile allucinato e rauco dell’urlo d’amore della Molly Bloom di Joyce”. È un’irriconoscibile Iaia Forte la protagonista del nuovo appuntamento con Tutta scena – Il teatro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

I “Bauli in piazza” tornano a fare “Rumore” nel silenzio

prev
Articolo Successivo

Draghi in Libia, tra abusi e torture. Voto su Ruby, anniversario della vergogna: i post di Scanzi

next