Italia-Russia: per il fronte degli “scomparsi”, segnali di cooperazione in arrivo da Mosca. L’avvocato di Olesya Rostova – la giovane russa rapita da un gruppo di nomadi a 4 anni, stessa età della bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004 – ha inviato ieri i risultati di test ed esami scientifici in Italia, ma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Ogni “31 aprile”, i nipotini del Führer sono sempre pronti ad attaccare

prev
Articolo Successivo

Crescent di Salerno, quella fattura che proverebbe la colpa di De Luca senior

next