Per la Procura di Genova ci sono 480 intercettazioni fondamentali, poco meno di mezzo migliaio di conversazioni in cui sono racchiuse tutte le accuse nei confronti dei presunti responsabili del crollo del Ponte Morandi. Su questa scelta, però, e soprattutto sulla modalità con cui viene effettuata, gli avvocati di Autostrade per l’Italia si oppongono e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Aspi, trust e divorzi finti: così gli indagati nascondono i soldi”

prev
Articolo Successivo

Uomini Eni alla Farnesina: l’accordo segreto del 2008

next