Con la prossima nomina dell’ex pro-rettore della Bocconi a consulente economico di Palazzo Chigi è forse più chiaro perché Mario Draghi abbia copiato un pezzo del suo discorso alle Camere da un editoriale di giugno di Francesco Giavazzi: una coppia di fatto che, se non altro, fa chiarezza su quale indirizzo si darà il governo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Recovery, via i conti di Renzi e il ritorno dei soliti competenti

prev
Articolo Successivo

Il cielo di Mario e il pozzo dei partiti

next