“Siamo quelli di cui non sapete neanche il cognome e il nome, ma che hanno lottato perché voi aveste il privilegio di stare in Parlamento e nei luoghi di potere per portare la nostra voce”. Nel suo discorso alla Camera, annunciando il “no” al governo Draghi, la grillina torinese Jessica Costanzo si è riferita ai […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Paola Taverna: “Dobbiamo rifondare il M5S. Conte può fare il capo politico”

prev
Articolo Successivo

Le capriole dei capataz, il vincolo di mandato e la democrazia sospesa

next