Se nella vita sociale è importante che il popolo sia maturo, consapevole e responsabile, è addirittura essenziale in ambito di politica sanitaria. Le istituzioni, la scuola soprattutto, dovrebbero dare educazione e informazioni. Questa è la differenza abissale tra istruttore ed educatore. Il primo controlla e sanziona, il secondo dà fiducia e informa. La trasgressione, nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Ma la Lombardia non ha imparato: ancora troppi errori”

prev
Articolo Successivo

Dopo il Mes, i Servizi: Renzi ammaina un’altra bandierina anti-Conte

next