Al Cremlino c’è una nuova lista nera di personae non gratae: per aver compiuto “azioni inaccettabili per il loro status” e aver preso parte alle manifestazioni non autorizzate del 23 gennaio – in solidarietà con l’oppositore Aleksey Navalny – i diplomatici di Svezia, Polonia e Germania verranno espulsi dalla Federazione russa. Immediate le dure repliche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Vince il clan di Misurata: Dbeibah nuovo premier

prev
Articolo Successivo

Segretaria nel lager: “Fu complice”

next