Per l’ultima opera di Bruno Vespa il servizio pubblico ha dato tutto se stesso, si è messo a disposizione completamente. Il libro è uscito il 28 ottobre, anniversario della marcia su Roma. Tiene insieme, in uno sforzo intellettuale sovrumano, la doppia tirannia del fascismo e della pandemia: Perché l’Italia amò Mussolini (e come è sopravvissuta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Virus e Brexit: mai così giù dal ’700

prev
Articolo Successivo

Il veleno che minaccia il recovery plan

next