Già dal ‘73 nel mantovano, in Lombardia, era nota la presenza nei terreni e nella falda del mercurio, tanto da convincere l’allora sindaco del capoluogo di provincia Gianni Usvardi a vietare il consumo di pesce proveniente dai laghi cittadini. Erano circa vent’anni che gli scarichi del petrolchimico finivano dritti nel fiume Mincio, unico emissario del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno