Il 23 novembre 1980 il terremoto colpì quella che uno studioso del mondo agrario definì “terra dell’osso”. Lo studioso si chiamava Manlio Rossi Doria e al tempo della ricostruzione lucidamente indicò la strada da seguire. Ovviamente non fu ascoltato. E ora ci troviamo paesi sguarniti. La ricostruzione è finita, tranne qualche esempio di incompiutezza che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Anm, dopo il caso Palamara è psicodramma. Salta ancora l’elezione di giunta e presidente

prev
Articolo Successivo

Lotti, cene coi pm 4 anni prima del caso Palamara

next